Tre Sintomi del Disturbo Bipolare di cui Nessuno Vuole Parlare

Donna che indica di fare silenzio - Tre sintomi del Disturbo Bipolare di cui nessuno vuole parlare

I tre sintomi che descrivo qui sotto rappresentano il lato del disturbo bipolare che tutti conosciamo, ma che raramente vogliamo che la società sappia che esista.


So quanto sia importante proteggere la reputazione del disturbo bipolare agli occhi della società. Non vogliamo che la gente pensi che siamo persone pericolose, spaventose, matte e di cui non ci si può fidare. Ma credo che dobbiamo accettare il fatto che certi sbalzi d’umore causano comportamenti che vorremmo nascondere sotto il tappeto. I tre sintomi che descrivo qui sotto rappresentano il lato del disturbo bipolare che tutti conosciamo, ma che raramente vogliamo che la società sappia che esista. Questa ovviamente è una mia personale opinione, ma sono veramente interessata a sapere se per voi è lo stesso.

#1 Comportamento pericoloso, aggressivo e violento nel disturbo bipolare

Lavoro con genitori e partner di persone con il disturbo bipolare. Nella maggior parte delle situazioni, le persone che attraversano una fase di grave disforia maniacale possono essere pericolose, aggressive e violente. L’aggressione fisica non è rara. Molti uomini finiscono in carcere a causa di questo comportamento, mentre quello di cui hanno bisogno in realtà è un aiuto psichiatrico. Le persone, sia uomini che donne, che sono tranquille e gentili quando stanno bene, in fase disforica sviluppano una forza sovrumana insieme all’aggressività: dare pugni al muro e alle finestre, lanciare sedie e altri comportamenti pericolosi possono essere comuni.

Le famiglie e i partner spesso soffrono in silenzio perché hanno paura di dire a chiunque quello che sta realmente succedendo a casa.

Io ho pensieri violenti quando la mania disforica imperversa. Inseguivo le macchine se chi stava alla guida mi lanciava uno sguardo o se faceva una faccia strana. Non è il mio obiettivo spaventare chi legge questo blog. Il mio obiettivo è essere onesta e prendere consapevolezza di questi sintomi del disturbo bipolare che tendiamo a voler nascondere.

La soluzione è la gestione. Le persone con disturbo bipolare non presentano questi sintomi se gli sbalzi d’umore non sono gravi. Prevenire gli sbalzi d’umore vuol dire prevenire i comportamenti pericolosi, aggressivi e violenti.

#2 Psicosi nel disturbo bipolare

Io soffro di disturbo bipolare II a cicli rapidi con tratti psicotici. Ho sperimentato sintomi psicotici non diagnosticati dall’età di 19 anni fino ai 31 anni, quando finalmente sono stata diagnosticata. Ho avuto allucinazioni e deliri da quando sono adulta. Ciò che mi spaventa è che nessuno, proprio nessuno, mi ha educato sulle psicosi quando sono stata diagnosticata. È stato come se quei sintomi non esistessero. Quando ho appreso l’entità della mia psicosi sono rimasta sconvolta dal fatto che ci convivessi da così tanto tempo. I miei sintomi erano principalmente allucinazioni visive e deliri paranoici. Non sapevo che anche gli altri li avessero! Se hai un disturbo bipolare, c’è una probabilità del 70% di psicosi quando sei in un episodio maniacale in piena regola. Questa psicosi può essere molto bizzarra e imitare la schizofrenia. La differenza? Le persone con disturbo bipolare hanno psicosi solo durante uno sbalzo d’umore maniacale o depressivo. Non c’è psicosi al di fuori della depressione o della mania. Se una persona ha psicosi tra gli episodi, questo si chiama disturbo schizoaffettivo.

#3 Compromissione cognitiva nel disturbo bipolare

Per molte persone questa è una cosa che spaventa. Già abbiamo il disturbo bipolare, questo vuol dire che abbiamo anche problemi di memoria? Forse. La compromissione cognitiva è comune e si manifesta spesso con vuoti di memoria, il dimenticare gli appuntamenti, il non essere capaci di ricordare informazioni e lo sperimentare annebbiamento mentale durante certi episodi. Se hai un disturbo bipolare, hai probabilmente sperimentato una certa “pigrizia” del cervello che deriva dalla depressione. Quando sei in mania, probabilmente hai detto cose che non intendevi dire e hai avuto problemi a pensare in ordine.

I miei sintomi cognitivi mi fanno visita ogni giorno. Non riesco a ricordare date e numeri e ho bisogno d’aiuto con il calendario e gli appuntamenti. È qualcosa che trovo angosciante, ma è facile da gestire. È importante essere aperti sulle questioni cognitive. Questo è l’unico modo in cui possiamo ottenere aiuto! I miei sintomi tendono a indugiare continuamente, ma peggiorano con gli sbalzi d’umore. Devo convivere con questi sintomi e anche se alcune cose sfuggono, controllo la maggior parte dei miei piccoli problemi di memoria con un buon sistema di supporto!

Ecco le buone notizie!!

Il disturbo bipolare è una malattia episodica. Abbiamo tutti i nostri sintomi mentre stiamo attraversando uno sbalzo d’umore. Questo significa che siamo STABILI quando non stiamo attraversando una fase umorale. I sintomi che ho elencato sopra di solito scompaiono quando la malattia viene gestita con successo. Può richiedere un monitoraggio regolare per quelli di noi che hanno sintomi quotidiani. Altri che hanno lunghe pause tra gli sbalzi d’umore possono persino dimenticarsi dei sintomi. Questo è il motivo per cui dobbiamo avere un piano di gestione in grado di riconoscere il comportamento pericoloso, aggressivo e violento, la psicosi e il deterioramento cognitivo non appena iniziano.

So che vogliamo proteggere la nostra reputazione attorno a questa malattia. Non vogliamo essere visti come diversi o strani. Ma chiedo che all’interno della nostra comunità diventiamo brutalmente onesti su ciò che ci accade realmente. È il solo modo per fermare i sintomi e farli stare alla larga per sempre!

Articolo di riferimento in inglese

Rispondi